Se solo sapessi quanto soffro insieme a te
dell'amaro della vita.
Vorrei accarezzarti con mani di carne..
ma lo sussurro a chi ti sta accanto..
vorrei dirti le parole più vere dell'amore,
ma le suggerisco a chi ti regala una parola.
Vorrei vederti raccogliere tutto l'amore che semini
per sentirti soddisfatto della tua vita
ma come ogni cosa.. il tempo lascerà crescere il frutto
che tu stesso hai fatto nascere.
Gioisci perchè attraverso le tue mani io regalo l'amore
a chi ha la fortuna di incontrarti.
Tu non lo sai forse ma io sono il tuo angelo..
quello che mai ti abbandonerà e che è qui solo per te
e grazie a te può amare il mondo

   

L' Angelo custode_2 ( Il 23 settembre iniziamo la Novena)


La professione di fede del Concilio Lateranense IV afferma che Dio "fin dal principio del tempo, creò dal nulla l'uno e laltro ordine di creature, quello spirituale e quello materiale, cioè gli angeli e il mondo terrestre; e poi l'uomo, quasi partecipe dell'uno e dell'altro, composto di anima e corpo".

L'esistenza degli esseri spirituali incorporei, che la Sacra Scrittura chiama abitualmente angeli, è una verità di fede. La testimonianza della Scrittura è tanto chiara quanto l'unanimità della Tradizione. In tutto il loro essere, gli angeli sono servitori e messaggeri di Dio.
Per il fatto che "vedono sempre la faccia del Padre... che è nei cieli" (mt 18,10), essi sono  "potenti esecutori dei suoi comandi, pronti alla voce della sua parola" (Sal 103,20). In quanto creature puramente spirituali, essi hanno intelligenza e volontà: sono creature personali e immortali. Superano in perfezione tutte le creature visibili. Lo testimonia il fulgore della loro gloria.



L'angelo custode ha un compito particolare
Disse il Signore Iddio nell'Antico Testamento."Ecco io manderò il mio angelo che ti precederà e ti custodirà lungo la via... Rispettalo e ascolta la sua voce, né ardire disprezzarlo... che se ascolterai la sua voce, sarò vicino ai tuoi nemici e colpirò chi ti colpirà" (Es. 23, 20-22).
Su queste parole della Sacra Scrittura la Chiesa ha compilato la preghiera all'Angelo Custode:
"Angelo di Dio, che sei il mio custode, illumina, custodisci, reggi e governa me che ti fui affidato dalla pietà celeste. Amen!".
Il compito dell'Angelo custode è simile a quello della mamma per il suo bambino. La mamma sta vicino al proprio figlio, non lo perde mai di vista, se lo sente piangere corre subito in suo aiuto, se cade lo rialza, ecc...

Appena una creatura viene al mondo, subito un Angelo del Cielo la prende sotto la sua cura. Man mano che raggiunge l'uso della ragione ed è capace di fare il bene e il male, l'angelo suggerisce buoni pensieri per far praticare la legge di Dio; se pecca, il custode fa sentire il rimorso e gli ispira di rialzarsi dalla colpa. L'angelo raccoglie le opere buone e le preghiere della creatura affidatagli e tutto presenta a Dio con gioia, perchè vede che la sua missione è fruttuosa.

Non basta, però, che l'Angelo dia buone ispirazioni, bisogna che queste siano accolte ed accettate. Le persone che vivono in uno stato di familiarità con gli angeli, godono di favori eccezionali.

Gli Angeli bussano alla nostra porta ed aspettano la nostra risposta. Ci offrono il loro aiuto, ma non lo impongono. Rispettano la nostra libertà. Per conoscerli, basta uno sguardo di fede. Basta guardare le cose, gli avvenimenti e le persone "con gli occhi di Dio".

Per accertare la loro invisibile presenza, bisogna per forza aprire gli occhi della fede. Infatti la fede scopre delle presenze inaccessibili alla scienza. Quindi è grazie ad una fede viva e convinta che possiamo intuire la presenza invisibile dei nostri angeli custodi e camminare insieme a loro, mano nella mano.



O Angeli di Dio
Angeli santi, vegliate su di noi, dovunque e sempre. 
Arcangeli nobilissimi, presentate a Dio le nostre preghiere e sacrifici. 
Virtù celesti, donateci forza e coraggio nelle prove della vita.
Potenze dell'alto, difendeteci contro i nemici visibili e invisibili.
Principati sovrani governate le nostre anime e i nostri corpi. 
Dominazioni altissime, regnate di più sulla nostra umanità.
Troni supremi otteneteci la pace. 
Cherubini pieni di zelo, dissipate tutte le nostre tenebre
Serafini pieni d'amore, infiammateci di ardente amore per il Signore. 


Nessun commento: