Se solo sapessi quanto soffro insieme a te
dell'amaro della vita.
Vorrei accarezzarti con mani di carne..
ma lo sussurro a chi ti sta accanto..
vorrei dirti le parole più vere dell'amore,
ma le suggerisco a chi ti regala una parola.
Vorrei vederti raccogliere tutto l'amore che semini
per sentirti soddisfatto della tua vita
ma come ogni cosa.. il tempo lascerà crescere il frutto
che tu stesso hai fatto nascere.
Gioisci perchè attraverso le tue mani io regalo l'amore
a chi ha la fortuna di incontrarti.
Tu non lo sai forse ma io sono il tuo angelo..
quello che mai ti abbandonerà e che è qui solo per te
e grazie a te può amare il mondo

   

L'Angelo custode è la nostra guida al bene

La missione dell'angelo custode non si limita ad allontanarci dal male fisico e morale, ma si svolge soprattutto nel portare il bene.
Questa presenza di luce e di amore la sperimentano coloro che si aprono alle sue ispirazioni e al suo irradiamento. Essi ricevono dal loro compagno di via incoraggiamenti, conforti e gioie che non trovano presso gli uomini. Padre Duhr S. J. scrive: "Soltanto le anime che si abbandonano alla guida dei loro angeli, che vivono familiarmente con loro, che li amano, li onorano e li invocano con fiducia, possono dire la potenza, la bontà e la generosa delicatezza di questi eccelsi seminatori di perfezione".

L'amicizia degli angeli si differenzia moltissimo da quella degli uomini. Infatti gli angeli custodi non ci abbandonano mai, benchè noi abbandoniamo Dio. L'amore dell'angelo per l'uomo è lucido, puro, forte, costante, non è soggetto ad alti e bassi, a rilassatezza, a dimenticanza e ad infedeltà come accade nelle amicizie umane. L'amore dell'angelo deriva dall'amore di Dio per gli uomini, partecipa quindi di questo amore divino.
Molte persone si sentono sole, depresse o sfiduciate, non comprese, abbandonate ecc..
A voi io dico: non temete perchè non siete sole, c'è, infatti, vicino ad ognuno la presenza costante e continua di un angelo che ci guarda, ci ama e arde dal desiderio di riempire la nostra solitudine.

Gli angeli cooperano nelle nostre buone azioni, su tutte le nostre vite, ossia nei nostri modi di essere e possono condurci al meglio, qualora si presti ascolto  al loro monito dolcemente imperioso, espresso sempre con rispetto alla nostra libertà.

 Essi non agiscono direttamente sull'intimo della intelligenza e della volontà, ma piuttosto sui sensi interiori e sulla immaginazione, rievocando anche ricordi di antica data, parole udite di rara saggezza; la loro parola senza suono è silenzio che parla al cuore. Con la loro compagnia vinceremo il senso così amaro della solitudine.

Recitiamo la preghiera all'angelo custode, ogni giorno, mattina sera, o quando siamo in pericolo e possiamo stare certi che egli si manifesterà a noi, magari con piccoli e istantanei raggi di luce e ci soccorrerà in varie circostanze.

L'unica condizione che ci chiede è che anche noi, al pari di lui, detestiamo il male, amiamo il Signore e compiamo opere di bene sempre e a tutti.



Nessun commento: