Se solo sapessi quanto soffro insieme a te
dell'amaro della vita.
Vorrei accarezzarti con mani di carne..
ma lo sussurro a chi ti sta accanto..
vorrei dirti le parole più vere dell'amore,
ma le suggerisco a chi ti regala una parola.
Vorrei vederti raccogliere tutto l'amore che semini
per sentirti soddisfatto della tua vita
ma come ogni cosa.. il tempo lascerà crescere il frutto
che tu stesso hai fatto nascere.
Gioisci perchè attraverso le tue mani io regalo l'amore
a chi ha la fortuna di incontrarti.
Tu non lo sai forse ma io sono il tuo angelo..
quello che mai ti abbandonerà e che è qui solo per te
e grazie a te può amare il mondo

   

Le promesse di San Michele arcangelo


Quando San Michele apparve alla serva di Dio e sua devota Atonia d’Astonaco in Portogallo, le disse di voler essere venerato con nove salutazioni, corrispondenti ai nove Cori degli Angeli.
Promise a chi lo venerasse in tal modo prima della Santa Comunione di ottenere che venga assegnato a questa persona un Angelo di ciascun dei nove Cori per accompagnarla quando andrà a ricevere la Santa Comunione e a chi avesse recitato queste nove salutazioni ogni giorno, promise l’assistenza continua sua e degli Angeli Santi durante la sua vita. Dopo la morte tale persona avrebbe ottenuto la liberazione della sua anima e di quella dei suoi parenti dalle pene del Purgatorio

(Tratto dal “Il libro delle Novene” Editrice Ancilla)



SALUTAZIONI AI NOVE CORI DEGLI ANGELI

PRIMA SALUTAZIONE Ad intercessione di S. Michele e del ce­leste Coro dei Serafini, ci renda il Signore degni della fiamma di perfetta carità. Così sia. Pater, tre Ave al 1° Coro Angelico.

SECONDA SALUTAZIONE Ad intercessione di S. Michele e del Coro celeste dei Cherubini, voglia il Si­gnore darci grazia di abbandonare la vi­ta del peccato e correre in quella della cristiana perfezione. Così sia. Pater, tre Ave al 20 Coro Angelico.

TERZA SALUTAZIONE Ad intercessione di S. Michele e del sa­cro Coro dei Troni, infonda il Signore nei nostri cuori lo spirito di vera e sincera umiltà. Così sia. Pater, tre Ave al 3° Coro Angelico.

QUARTA SALUTAZIONE Ad intercessione di S. Michele e del Coro celeste delle Dominazioni, ci dia grazia il Signore di dominare i nostri sensi e correggere le depravate passioni. Così sia. Pater, tre Ave al 4° Coro Angelico.

QUINTA SALUTAZIONE Ad intercessione di S. Michele e del Coro celeste delle Potestà, il Signore si degni proteggere le anime nostre dalle insidie e tentazioni del demonio. Così sia. Pater, tre Ave al 5° Coro Angelico.

SESTA SALUTAZIONE Ad intercessione di S. Michele e del Coro celeste delle ammirabili Virtù, non permetta il Signore che cadiamo nelle tentazioni, ma ci liberi dal male. Così sia. Pater, tre Ave al 6° Coro Angelico.

SETTIMA SALUTAZIONE Ad intercessione di S. Michele e del Coro dei Principati, riempia Dio le ani­me nostre dello Spirito di vera e sincera obbedienza. Così sia. Patere, tre Ave al 7° Coro Angelico.

OTTAVA SALUTAZIONE Ad intercessione di S. Michele e del Coro celeste degli Arcangeli, ci conceda il Signore il dono della perseveranza nel­la Fede e nelle opere buone, per poter giungere all'acquisto della gloria del Paradiso. Così sia. Pater, tre Ave all'80 Coro Angelico.

NONA SALUTAZIONE Ad intercessione di S. Michele e del Coro celeste di tutti gli Angeli, si degni il Signore concederci di essere custoditi da essi nella presente vita mortale e poi con­dotti alla gloria sempiterna dei Cieli. Così sia. Pater, tre Ave al 9° Coro Angelico. Si recitino infine quattro Pater: a San Michele; a San Gabriele; a San Raffaele; al­l'Angelo Custode.


Nessun commento: